Glu On The Road Home

Gluten Free Pride, il nostro racconto di due giorni straordinari a Riccione

Gluten-free-pride

Ale ma che dici, che mi porto?

-.- dobbiamo stare solo due giorni fuori Silvia…

La giacca nera?

-.-

Ok, ok… E le scarpe rosse?

Io mi sa che vado da sola al Gluten Free Pride di Riccione…

Va bene, porto solo l’indispensabile 🙁

E così, zaini in spalla, ci siamo messe in macchina e siamo partite in direzione Riccione. Macchinetta fotografica carica, pc pronto e la voglia assurda di andare a scoprire una nuova città, in un nuovo viaggio, in una nuova straordinaria avventura, tutta dedicata al senza glutine.

Proprio perché sono stati due giorni straordinari abbiamo deciso di farvi due belle sorprese:

  1. in questo articolo vi scriveremo tutto ma proprio tutto del nostro viaggio
  2. presto, molto presto dedicheremo un articolo esclusivo all’Hotel Trieste di Riccione, che meraviglia!

Siete pronti a salire a bordo di Glu On The Road? YEEEEEEEAHHHHH!!

La sveglia… Dobbiamo andare al Gluten Free Pride

Bisogna dirlo, se c’è una cosa che ci contraddistingue è l’incapacità di alzarci quando quella meravigliosa melodia ci sussurra nelle orecchie che è giunto il momento di svegliarsi: DRIIIIIIIIIIIIN DRIIIIIIIIN DRIIIIIN DRIIIIIN! Maledetta!

Ale, sono le 9,00… aiuto! 

O.O

Ok, ovviamente siamo in ritardo! Ma è tutto sotto controllo.

Siamo ufficialmente in macchina, sono le 10,00. La colazione è fatta, le valigie sono pronte, noi siamo belle cariche.

Ale, lo sai che farò io per le prossime 4 ore di viaggio.

No, cosa farai? Sappi che ho tanta paura!

Le dirette su Facebook!

o.O ti prego no!

Chi ci avrà seguito sulla nostra pagina sa perfettamente che Silvia ha trascorso almeno metà viaggio in diretta su Facebook, ma va bene così! Andiamo avanti…

Gluten Free Pride 5

Una bellissima accoglienza al Gluten Free Pride di Riccione

Appena arrivate all’Hotel Trieste di Riccione ci ha accolte Elisa, la titolare, un sorriso capace di farti sentire a casa in meno di un minuto e una disponibilità che di rado si incontra. Tempo di posare le valigie, di mettere in disordine la stanza e di chiedere qualche informazione e siamo già fuori a scoprire il litorale.

Gluten-Free-Pride

Non facciamo in tempo a fare una lunga passeggiata che l’ora X è arrivata. SONO LE 19,00. Sapete cosa significa? L’aperitivo in spiaggia senza glutine che inaugura la seconda edizione del Gluten Free Pride di Riccione. E noi siamo lì. Alessandra con gli occhi a cuore, pronta ad assaggiare ogni piatto a sua disposizione. Finger food, primi piatti freddi, pizze farcite, cocktail. E poi il mare. E quell’atmosfera indimenticabile di chi si sente a casa. In pace con il mondo. Con il sole che scende. E i colori dell’imbrunire in un posto lontano. Ma la cosa più bella è la gente. Tutte quelle persone che hanno in comune un problema, ma da cui nasce una risorsa. Il piacere di stare insieme.

Gluten-Free-Pride-1

 

La merenda senza glutine di Francesco Favorito

E’ domenica. Il primo giorno del #gfpride è passato. Nel pomeriggio saluteremo Riccione e tutte le persone meravigliose che abbiamo conosciuto. Elisa, i suoi genitori, Raffaella, l’ideatrice di questo bellissimo festival all’insegna del senza glutine. Ma prima di andare via partecipiamo alla lezione del maestro Francesco Favorito dedicata all’arte dei dolci senza glutine. Due ore straordinarie in compagnia di chi crea ogni giorno sapori che non hanno nulla da invidiare ai dolci “normali” (ma davvero si possono definire normali i dolci con il glutine?).

Ale, sono le 17,30… Dobbiamo andare!

Davvero mi vuoi portare via da questo paradiso culinario?!

Dovremmo tornare a Roma prima o poi…

Perché sei così insensibile?! Non capisci… Questa è poesia!

Io che non capisco la poesia dei dolci? TZE. DILETTANTE. TI FACCIO VEDERE IO. 

Bene, siamo arrivate a Roma alle 23,30. Ma ne è valsa la pena. Riccione ci ha ospitate per due giorni. Ci ha fatto conoscere persone bellissime, ci ha fatto alloggiare in un hotel accogliente, ci ha fatto passeggiare sul lungomare più attrezzato d’Italia, ci ha fatto scoprire Viale Dante e tutto quel paradiso di verde, ci ha fatto pedalare in centro… ma soprattutto ci ha fatto tornare a Roma con due sensazioni diverse: la nostalgia per un posto che in due giorni ci ha conquistato il cuore e la consapevolezza che celiaco non significa malato, come ci ha ripetuto più volte Raffaella Oppimitti, ma celiaco può essere semplicemente speciale. E tutte quelle persone speciali, tutti questi momenti speciali noi ce li porteremo per sempre con noi.

Il video racconto del Gluten Free Pride di Riccione

Gluten-free-pride-Riccione

 

PS. Per chi passasse per Riccione il #gfpride continua fino al 28 maggio con un programma davvero interessante.

Ti è piaciuto questo articolo? Non abbiamo dubbi, se sei arrivato fino in fondo ci sono buone possibilità che la risposta sia affermativa! Allora, se ti va, condividilo con i tuoi amici.

Condividi su FACEBOOK, cinguetta su TWITTER e fai +1 su GOOGLE+! Usa i tasti qui sotto e facci sognare! 

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.