Glu On The Road Home

Guida di Venezia senza glutine, alla scoperta del Carnevale gluten free

guida-gluten-free-venezia

Avete mai avuto la sensazione di vivere in un altra epoca? Camminare tra conti, contesse, baroni e giullari, tra il popolo e la nobiltà di un tempo?

 

Ebbene, noi sì. Per tre giorni siamo state rapite dalla magia di Venezia. Dall’atmosfera di un carnevale dalle mille sfumature, dai mille colori, dai mille volti. Di Venezia ci rimarrà per sempre nel cuore il suo modo curioso di nascondersi dietro così tante maschere, ma la sincerità di mostrare a chiunque lo desideri il suo vero volto. E lasciarla, mentre si aspetta un treno verso la strada del ritorno, è un colpo al cuore pieno di nostalgia. Perché forse la nobile eleganza dei suoi mille volti ti fa amare ogni istante di cui puoi vivere l’essenza.

Ale è tutto molto bello. Le maschere, i vestiti, le gondole, ma dove andiamo a mangiare? 

E a questo punto c’è da fare una premessa. Venezia ha tante qualità ma una di queste a parer nostro non è il mangiare senza glutine. Perché? Beh, ora ve lo spieghiamo.

 

guida-gluten-free-venezia

 Allora,vediamo cosa ci suggeriscono le app e cosa troviamo su internet.

Io proverei a cercare un posto per fare colazione senza glutine tanto per iniziare. Non so, una pasticceria o un forno.

Di quello che hai detto non trovo niente senza glutine purtroppo. Com’è possibile?

La colazione gluten free a Venezia

Ebbene cari miei questa è la dura verità. Niente pasticcerie, nè fornì gluten free. Ma non ci buttiamo giù. Camminando nella zona di Cannaregio, tra le meraviglie di questa città, abbiamo scoperto un punto di ristoro in cui poter prendere un thè o un caffè accompagnato da dei biscotti senza glutine confezionati. In caso vi troviate lì nel pomeriggio potrete prendere anche del gelato alla frutta. Vi stiamo parlando di Handay. Ovviamente ricordatevi sempre di assicurarvi personalmente della non contaminazione.

 

guida-gluten-free-venezia

Un pranzo all’insegna della pizza senza glutine

Alle andiamo a vedere la Cappella di Santa Maria dei Frari?

Perché no. Ricordiamoci comunque che alle 14 c’è la parata di Carnevale fino a Piazza San Marco.

Per pranzo abbiamo deciso di provare uno dei posti consigliato dalle app. Si tratta di una pizzeria Ae Oche che ha vari punti di ristoro a Venezia. Il posto è molto carino e rustico. La scelta però è limitata. Due tipi di birra, diverse pizze e come dolce “la coppa dei campioni” della Motta.

 

guida-gluten-free-venezia

Ale questo si che è un vero pezzo vintage.Direttamente dagli anni Novanta lo hanno scongelato per te.

Non mangiavo una coppetta cacao-vaniglia da quando avevo i denti da latte.

Questo è niente rispetto alla “non pizza” mangiata. Mi è sembrato di essere tornata a 11 anni fa quando i ristoranti cominciavano a provare ricette gluten free per la pizza.

 

Insomma, va bene essere in una città di tutt’altra epoca, ma la pizza la vorrei moderna.

guida-gluten-free-venezia

Un nuovo modo di pensare il gelato anche senza glutine

Camminiamo camminiamo camminiamo ed eccolo là, tra una maschera e l’ altra, il posto che stavamo cercando. O meglio per effetto della serendipità noi cercavamo di stare dietro alla parata di carnevale ma poi, che possiamo farci?!, abbiamo trovato WHITE. Di cosa stiamo parlando? Di una gelateria yogurteria che propone la creazione fai da te della tua coppetta.

ma che carino questo posto! Chissà se posso mangiarci…

Chiediamo no?

Abbiamo trovato un ragazzo davvero disponibile a darci tutte le delucidazioni del caso, controllando gusto per gusto quali fossero senza glutine e quali no. E alla fine la scelta non era poi così ristretta. Anche qui, AVVERTENZA!, chiedete sempre. Ovviamente i vostri compagni di viaggio non celiaci potranno apprezzare la bellissima idea di crearsi la coppetta con tutti i topping che si vogliono.

guida-gluten-free-venezia

Cosa guardare a Venezia

Ammettiamo che abbiate un solo giorno di vacanza da trascorrere in questa meravigliosa città e, prima di andare a cena, vogliate concedervi una bella passeggiata alla scoperta di Venezia, ecco alcuni consigli su cosa vedere.

  1. Non potete perdervi PIAZZA SAN MARCO. E’ uno di quei posti che vi faranno credere di esservi persi in un’altra epoca ed un’altra nazione. Una volta lì non potete non entrare nella Basilica di San Marco. Meravigliosa. Per non parlare della suggestività che ha di notte.
  2. L’ascensore non vi farà sentire il peso di tutti gli scalini della Torre degli Asinelli (qui trovate una mini guida di Bologna). Ma l’arrivo su su in alto, in cima al CAMPANILE, vi darà la sensazione di essere arrivati sul punto più alto del mondo. Con una vista che vi leverà il fiato.
  3. Abbiamo provato anche noi l’ebbrezza del PONTE DEI SOSPIRI. Senza parole il panorama.
  4. La CAPPELLA DEI FRARI è un vero e proprio capolavoro. E la bellezza di tutta quella zona è indescrivibile.
  5. L’arrivo a Venezia in treno. L’uscita dalla stazione ferroviaria. Beh, non scegliete altri mezzi per arrivare a Venezia, altrimenti vi perderete una sensazione unica.
  6. PERDETEVI per le vie di Venezia. Noi abbiamo scelto di non usare la mappa, di seguire solo le indicazioni stradali e i consigli degli abitanti. Ogni via vi riserverà una sorpresa. E la bellezza di vedere il profilo della città immerso nell’acqua che la circonda

Una cena pazzesca

Ale non so te, ma io ho un certo languorino

Ambrogio…

Dai, smettila di scherzare… Cerchiamo un posto carino e soprattutto che faccia buon pesce!

Che ne dici di questo? Ai Barbacani?

Beh, su TripAdvisor ne parlano tutti bene, direi di provare!

E così, visto che Ale ha sempre ragione (-.-) abbiamo prenotato Ai Barbacani. Fatevelo dire… è un posto bello, caratteristico, intimo, pulito, con personale disponibilissimo e preparatissimo sul gluten free, e con un menù assolutamente a prova di celiaci. La gentilezza dei padroni di casa e il gusto dei piatti ti accompagnano in un viaggio alla scoperta dei sapori veneziani. Abbiamo assaggiato l’antipasto ai barbacani, piatto tipico del locale, così come la pasta ai barbacani. Veramente deliziosi. Stesso discorso per i dolci, sia la pannacotta con caramello sia la mousse di limone con pistacchio. Il tutto accompagnato dal vino della casa. Beh, Ai Barbacani, è una soluzione ideale per chi ama il pesce e la buona cucina.

guida-gluten-free-venezia

Ale mi sa che è ora di tornare a casa…

Dobbiamo proprio?

Già, dobbiamo prepararci a raccontare una nuova avventura gluten free!

Con una valigia carica di nostalgia, torniamo a Roma. Con sempre più voglia di viaggiare e di scoprire posti incantevoli accompagnati dalla cucina gluten free.

E voi? Siete pronti a seguirci?

Ti è piaciuto questo articolo? Non abbiamo dubbi, se sei arrivato fino in fondo ci sono buone possibilità che la risposta sia affermativa! Allora, se ti va, condividilo con i tuoi amici.

Condividi su FACEBOOK, cinguetta su TWITTER e fai +1 su GOOGLE+! Usa i tasti qui sotto e facci sognare! 

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply
    Alessia
    10 febbraio 2016 at 22:20

    Salve a tutti,
    sono stata Ai Barbacani con una “combriccola” di amici, e anche noi ci siamo trovati molto bene, posto pulito e personale accogliente e preparato.
    Senza parlare del cibo…..eccezionale!! Sia per noi celiache, che per chi mangia “normale”. 🙂
    (Venezia é spettacolare!!)

    • Reply
      Ale & Silvia
      14 febbraio 2016 at 22:41

      Verissimo Alessia! Questo locale ha tutti i pregi!

    Leave a Reply

    This blog is kept spam free by WP-SpamFree.